Attività

Onde di Superficie e Microtremori - Analisi Vibrazionali

 

Analisi Vibrazionali

Le analisi vibrazionali su terreni e strutture vengono svolte nel rispetto delle seguenti normative:

  • DIN 4160
  • UNI 9614

 

Normativa DIN 4150

La parte 3 della DIN 4150 indica i punti in cui eseguire i rilievi all’interno di una abitazione e indica le velocità massime ammissibili per vibrazioni transitorie e continue.

Per vibrazioni transitorie la DIN 4150 indica tre posizione in cui eseguire i rilievi:

  • in corrispondenza delle fondazioni;
  • sul solaio più elevato in corrispondenza del muro perimetrale;
  • al centro dei solai.

Nella Tabella che segue applicabile per vibrazioni transitorie sono riportati, per diverse tipologie di costruzioni, i valori di riferimento per vi sulle fondazioni ed a livello del solaio superiore.

 

Normativa UNI 9614

La norma UNI 9614 definisce le metodologie di misura delle vibrazioni immesse negli edifici ad opera di sorgenti interne o esterne agli edifici stessi. La misura della vibrazione viene effettuata al fine di una sua valutazione in termini di disturbo alle persone. In generale sono indicati i quattro parametri fisici per la determinazione del comportamento umano alle vibrazioni:

  • intensità,
  • frequenza,
  • direzione
  • durata.

All’interno del testo si fa specifico riferimento alle cause di vibrazioni che, oltre a quelle naturali (fenomeni sismici, ecc.), possono essere legate ad attività umane quali ad esempio il traffico di veicoli su gomma.

In essa vengono considerate tre tipi di vibrazione:

  • di livello costante: quando il livello dell’accelerazione complessiva ponderata in
    frequenza rilevato mediante la costante di tempo slow varia nel tempo in un intervallo
    di ampiezza inferiore a 5 dB;
  • di livello non costante: quando il livello dell’accelerazione complessiva ponderata in
    frequenza rilevato mediante la costante di tempo slow varia nel tempo in un intervallo
    di ampiezza superiore a 5 dB;
  • impulsive: quando sono generate da eventi di breve durata costituiti da un rapido
    innalzamento del livello di accelerazione sino ad un valore massimo seguito da un
    decadimento che può comportare o meno, a seconda dello smorzamento della struttura, una serie di oscillazioni che tendono ad estinguersi nel tempo.

Nella stessa norma poi si considerano vibrazioni trasmesse da superfici solide per persone in piedi, sedute o coricate.

 

 

Costruzioni

Determinazione dei moti flessionali e torsionali